Hashtag: otto modi per usarli bene

Bene, se nei giorni scorsi vi ho raccontato della loro nascita e di come si sono diffusi, direi che siamo arrivati al punto in cui vi parli anche di come (sempre secondo il mio modesto parere e la mia modesta esperienza) gli hashtag devono essere utilizzati sui social per ottenere risultati ottimali.

Ma non perdiamoci in chiacchiere e iniziamo subito.

Le mie linee guida generali di utilizzo dell’ hashtag.

#NoSpaziNoPunteggiatura –  Ebbene no, negli hashtag non ci va la punteggiatura. Usare i segni di interpunzione, tranne l’underscore (_), significa interromperli dal punto dove vengono apposti. Inoltre, se dovesse capitare che li usiate in modo consecutivo, bisogna lasciare uno spazio tra i due. Provare per credere.

Esempio hashtag

Ecco l’effetto del non lasciare uno spazio tra un Hashtag e l’altro.

 

 

#ScegliBene – Prima di usare un determinato hashtag, assicurati che non sia stato già usato in precedenza per qualche altro occasione o evento che discosti totalmente dal vostro.

Aurora Tweet

La Celeb Boutique entrò in un vortice di critiche dopo aver scelto un hashtag sbagliato. Clicca sul link per scoprire la storia.

#RendiloSemplice – Le persone si annoiano di ricordare cose difficili. Più riesci a rendere semplici, brevi ed incisivi tuoi hashtag, più questi saranno ricordati ed avranno effetto sul pubblico.

hashtag lungo

#Non #Scrivere #Mai #Un #Tweet #O #Uno #Stato #Utilizzando #Gli #Hashtag #Così – oltre che passare per dei disagiati, i vostri messaggi verranno fortemente visti male e verrete evitati (tranne forse dalle ragazzine di 12 anni).

hashtag no

#NonAlimentareLeCritiche – Scegliere un hashtag poco consono può avere un vero e proprio effetto boomerang: Enel ad esempio ha imparato duramente dalla storia di #guerrieri.

hashtag guerrieri2

I guerrieri secondo Enel

hashtag guerrieri

I guerrieri second… ah no.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

#AbbreviaITuoiUrl – Quando utilizzi twitter specialmente, potresti risparmiare caratteri utilizzando servizi come Bit.ly, TinyURL o Google Shortener.

Url Shorteners

Ecco ad esempio alcuni servizi.

 

#CercaLeParoleChiave – Cerca tra le parole più utilizzate nel target demografico di riferimento ed
Effettua una ricerca tra hashtag rilevanti nel vostro target demografico e scegli con attenzione…

TgVerona

Qui qualcuno non ha cercato bene bene…

#DifferenziaLeParole  – Utilizzare le maiuscole all’inizio di ogni parola potrebbe essere un’ottima idea, soprattutto in ottica di possibili fraintendimenti dettati dalla mancanza di spazi e finire per invitati ad una festa speciale da Susan Boyle.

article-2236723-1628E947000005DC-914_634x127

Grazie per l’invito Susan, ma non possiamo esserci <3 (Cercate su Google il significato di Anal Bum)